Il girone d'andata è ormai “cosa vecchia”. Si volta pagina e il ritorno inizia per le biancorosse con un impegno sulla carta abbordabile: la sfida contro la Flaminia Fano, penultima in classifica con soli due punti racimolati fino a qui. Una partita da non sottovalutare, ma in cui la compagine di Zanetti e Centofante deve puntare senza ombra di dubbio al bottino pieno, visti anche i rientri dal turno di squalifica di Soldevilla e Boutimah. A raccontarci come le biancorosse stanno vivendo questa settimana di preparazione al match in terra marchigiana (fischio d'inizio alle 17 al Circolo Tennis Trave di Fano), è Monia Fichera, portiere classe 1995, arrivata a Breganze proprio ad inizio anno che sta crescendo giorno dopo giorno grazie agli insegnamenti di mister Zanconato e di sua maestà Bianca Castagnaro.

TERNANA – FUTSAL BREGANZE 5-1

Troppo forte la Ternana delle “celebrities”: nel corso del mercato di dicembre le Ferelle hanno cambiato faccia inserendo in rosa campionesse del calibro di Vanessa, Roda Aguilera e tante altre. Il Breganze a Terni si presenta invece orfana di Soldevilla e Boutimah (entrambe squalificate) e si torna quindi in emergenza numerica con poche possibilità di dare giro e respiro al quintetto sceso in campo, formato da Castagnaro, Rebe, Campanile, Alves e Bisognin.

BREGANZE – REAL GRISIGNANO 4-4 (pt: 1-2)

Un derby incredibile, una partita vietata ai deboli di cuore. Tra Breganze e Grisignano finisce in parità al termine di un match spettacolare che ha visto le ragazze del duo Zanetti-Centofante operare una grande rimonta: a 6' dal termine le nostre biancorosse erano sotto di tre, ma in 4' riescono a riacciuffare il Grisignano. Un punto che dà morale, tanto. Un pareggio che, con tutto il rispetto per il Napoli, vale più del successo contro le partenopee per quanto visto in campo: grinta, determinazione e voglia di lottare su ogni palla. Un pareggio dedicato a gran voce da tutta la società e squadra a mister Zanetti.

Ci siamo quasi, la “febbre della domenica sera” sale piano piano. Una settimana speciale: anno nuovo, vita nuova per il Breganze che nell'ultima partita del 2018 è riuscito finalmente a ritrovare il sorriso. Sorriso ancora più spontaneo vista la bella notizia con cui si è aperto il 2019 e cioè che il nostro super portiere Bianca Castagnaro è tra i cinque migliori portieri al mondo nel campo del futsal femminile. Una grande soddisfazione in casa Breganze per tutta la società e addetti ai lavori: il giusto riconoscimento ad un'atleta straordinaria, ma soprattutto ad una persona eccezionale, linfa di qualità tecniche ed umane per la squadra. “Essere tra i dieci migliori al mondo è già un premio per me – è il commento di Bianca – quindi ringrazio Dio per tutto. Il mio obiettivo è essere sempre tra i migliori, per poter aiutare la mia squadra ad arrivare il più lontano possibile in Campionato”.

BREGANZE – WOMAN NAPOLI 8-0 (pt: 4-0)

Doveva arrivare, ed è arrivata. Una vittoria magari scontata, ma che sa tanto di ossigeno, di aria pura. Un'iniezione di fiducia che ci voleva! Soprattutto in vista del superderby in programma la prossima settimana contro il Real Grisignano, un derby che questa volta come non mai vale tanto, anche per la classifica, in vista dei piazzamenti per la Coppa Italia.

Domenica altro match molto impegnativo per il Futsal Breganze: si scende fino in Puglia, a Montemesola. Qui alle 16, sul parquet del PalaCurtivecchi, le biancorosse se la vedranno con la seconda della classe, il Real Statte. Formazione solida che in questa prima parte della stagione ha frequentato assiduamente i piani alti della classifica. A parlarci della settimana di preparazione alla complicata gara di domenica è Maria Perez Pereira, che nonostante l'infortunio che la terrà purtroppo ancora a lungo lontana dal campo, sostiene giorno per giorno le sue compagne.

BREGANZE – KICK OFF 5-8 (pt: 1-4)

Arriva la quarta sconfitta consecutiva per il Futsal Breganze. Merito al Kick Off, squadra formata per obiettivi ambiziosi che al PalaSarcedo ha mostrato tutte le sue qualità. Sul fronte biancorosso, però, sono ancora troppi gli errori, frutto sicuramente di una situazione non semplice in termini di numero, ma a cui bisogna trovare rapidamente rimedio per non peggiorare una classifica che oggi vede la squadra del duo Zanetti-Centofante in decima posizione. E quest'anno non ci sarà la pausa natalizia per poter ricaricare le pile: domenica prossima c'è un'altra montagna da scalare ed è il Real Statte, secondo in classifica.